News

di Joveline

Dopo mesi di attesa in cui l'hype ha raggiunto livelli psicotici è finalmente uscito il primo teaser trailer del remake di Suspiria, capolavoro indiscusso dell'horror internazionale, da molti ritenuto il miglior film di Dario Argento. Non male come sfida per Luca Guadagnino che, a distanza di 41 anni dall'originale, ripropone una storia che ha disturbato i sonni di almeno tre generazioni. Il regista di Call me by your name – lanciatissimo negli States – probabilmente porterà al festival del cinema di Venezia la sua ultima fatica, quindi dovremmo attendere i primi di novembre per vederlo nelle sale, nel frattempo possiamo farci un'idea di come questo nuovo Suspiria sarà dopo mesi di rumors da cui effettivamente è trapelato ben poco. Alcune sequenze sono state presentate dal regista lo scorso aprile al CinemaCon di Las Vegas – una convention dove i boss delle grosse case di produzione e un gruppo selezionato di giornalisti visionano le novità in arrivo – e i tweet dei presenti hanno lanciato sicuri segnali di un qualcosa di davvero terrorizzante in arrivo. Sarà Dakota Johnson (la protagonista della trilogia 50 sfumature) a vestire i panni di Susie Bannion, timida ballerina che si prepara a entrare nella prestigiosa Markos Tanz Company di Berlino. La rigida insegnante di ballo Madame Blanc è interpretata dall'algida Tilda Swinton e nel cast è presente anche Jessica Harper che nell'originale di Dario Argento interpretava proprio Susie. A proposito del nuovo Suspiria ha chiosato: "è il film più spaventoso che abbia mai visto". E il temerario Guadagnino non si nasconde dietro un dito di falsa modestia: "Suspiria è il mio più megalomane sogno adolescenziale. Vidi il poster quando avevo undici anni e a quattordici vidi finalmente il film, che mi colpì davvero molto. Iniziai subito a fantasticare di girare una mia personale versione". Il regista palermitano ci tiene a rimarcare infatti che questa è una nuova versione in cui il suo intento è omaggiare il film di Argento e in generale tutta la sua filmografia, anche se dal trailer si nota subito una presa di posizione più realistica, dal set in cui la Berlino degli anni ‘70 è ricostruita minuziosamente e storicamente (si vedono chiaramente riferimenti alla Raf e in generale agli anni di piombo) ai costumi, alla fotografia estremamente d'epoca. Insomma in base a questo primo teaser gli ingredienti per un film esplosivo ci sono tutti, compreso l'assaggino di colonna sonora a cura di Thom York dei Radiohead.

Joveline

Carrello

Social





Ultimo numero

UX 18 sito

Partner

Underground X - Partner