News

di Joveline


Il festival toscano più famoso d'Italia, concluso ieri, ha decisamente fatto solo grossi numeri, si parla di 200mila spettatori e di una line up di livello super sul main stage dell'Arena del Visarno: i nomi – per i pochi ancora all'oscuro – Foo Fighters, Iron Maiden, Guns'n' Roses e l'inossidabile Ozzy Osbourne. E ancora The Kills, Judas Priest, Helloween, Mark Tremonti degli Alter Bridge, il frontman dei Korn, Jonathan Davis, con il suo nuovo progetto solista e così via: un cartellone 100% internazionale e l'esclusiva dell'unica data italiana dei Foo Fighters che senza se e senza ma sono stati i grandi protagonisti dell'evento. Attesissimi dai fan hanno infiammato il palco con una scaletta che non tralasciava nessuna hit del cuore, da Learn to Fly a My Hero, da All my life all'omaggio ai Queen con Under Pressure e un incredibile fuori programma con l'arrivo dei colleghi Guns che a sorpresa si sono presentati sul palco mandando in visibilio l'Arena. Il secondo giorno del Festival la band di Axl Rose, in tour dopo anni di stand by e beghe legali è più compatta che mai: in scaletta le storiche hit pescate soprattutto da Appetite for distruction di cui, non a caso, uscirà questo mese in un cofanetto reloaded con rarities e inediti e anche un finalone epico sulle note di Knocking on Heaven's Door. Headliner del terzo giorno i tirannosauri del classic metal, le maestà Iron Maiden: anticipata dagli Helloween, la band di Bruce Dickinson non ha deluso gli appassionati defender della scena, incitati con un sempre attuale Scream for me (Firenze)! L'ultima giornata è ancora all'insegna del metal con Mark Tremonti e Judas Priest a scaldare il palco al mitico Ozzy Osbourne con un guest d'eccezione nella sua band, Zakk Wylde. E sebbene questo sia il No more tours vol. 2 al termine del quale “i concerti saranno finiti per sempre” il nostro ha mostrato un carisma e una presenza sul palco da tempi d'oro.
Il bilancio di questa edizione non può che essere positivo e i vecchi e giovani rockers e metallari hanno avuto la loro dose di giusto conforto, alla faccia di chi dice che questi generi siano ormai parte di un passato glorioso... Firenze Rocks! Appuntamento al 2019.

Joveline

Carrello