News

di Joveline

A distanza di quattro anni dall'acclamato Perfidia premiato al Festival Internazionale di Locarno, il regista Bonifacio Angius presenta il suo ultimo lavoro che sarà nei cinema dal 29 novembre prossimo. Ovunque Proteggimi (distribuito da Ascent film in collaborazione con Altrisguardi e prodotto dalla stessa Ascent insieme a Rai Cinema) per usare le parole del regista racconta "una storia di anime in fuga, di rabbia e amore".
Girato interamente in Sardegna, tra Sassari e Cagliari, il film ci mostra tre vite al margine della società: Alessandro, la voce narrante, un cinquantenne rabbioso, ingenuo e romantico al tempo stesso, cantante di musica folk; Francesca, una giovane donna dai grandi occhi verdi malinconici, i modi spontanei di una bambina e il desiderio di fuggire via da un mondo che non gli appartiene più; e Antonio, suo figlio di cinque anni in fuga con lei. L'incontro fra i tre protagonisti, nella corsia d'ospedale di un torrido agosto, li porterà alla disperata ricerca di un'ultima possibilità. Gli attori che li interpretano sono Alessandro Gazale, Francesca Niedda e Antonio Angius, questi ultimi rispettivamente compagna e figlio del regista. "Ovunque proteggimi è un film sulla famiglia fatto in famiglia – dice Angius – a parte Francesca e mio figlio Antonio, anche Alessandro Gazale, che ha già lavorato con me in Perfidia e nel cortometraggio Domenica, per me è un parente stretto".
Nel cast del film anche Gavino Ruda, Teresa Soro, Mario Olivieri e Anna Ferruzzo. "Mentre scrivevo e poi giravo Ovunque proteggimi – racconta il regista nella nota stampa – provavo la necessità e l'urgenza di trasmettere quello che sento nel profondo, sentimenti e paure vissute in prima persona, poi estremizzate e portate sullo schermo".
Per la rappresentazione dei personaggi nessuno sguardo esterno: "nel mio lavoro non c'è niente di Zavattiniano – continua il regista – io non pedino nessuno, non guardo il mondo attraverso buchi di serrature, non osservo gli animali nella gabbia dello zoo. Io sono semplicemente già lì, dentro la gabbia, con loro, che sono tanti, troppi, la maggioranza silenziosa che nessuno ascolta, che nella realtà dei fatti è tutt'altro che marginale, anzi, è il vero centro del mondo".
Ovunque proteggimi è il secondo lungometraggio di Bonifacio Angius, ormai considerato dal pubblico e dalla critica, fin dal mediometraggio SaGrascia (2011), uno dei talenti più originali del cinema italiano contemporaneo.

Joveline
 

Carrello

Social





Ultimo numero

UX 18 sito

Partner

Underground X - Partner