News

di Joveline

60 band del panorama metal internazionale, 120 concerti in 4 giorni, 3000  paganti e il mare dei Caraibi a fare da set naturale: 70000 Tons of Metal è un vero e proprio evento che da nove anni a questa parte attira metallari da tutto il mondo. L'edizione 2019 è partita giovedì 31 gennaio da Miami, Florida, e si concluderà oggi lunedì 4 febbraio a Fort Lauderdale: nel bill dell'evento nomi storici dell'heavy metal, new entries e graditissimi ritorni come i fratelli Max e Igor Cavalera con il loro progetto Return to Roots. E ancora Tristania, on stage dopo una lunga pausa durata quasi tre anni, Sodom, Dark Funeral, Obituary, Tiamat e Soulfly, per citarne qualcuno.



Un vero e proprio festival galleggiante da cui nessuno potrà uscire fino all'ultimo giorno, anche volendo. Il biglietto per salpare sulla nave Independence of the Seas (che in realtà di tonnellate ne pesa 154.400) non solo garantisce free entry a tutti i live delle band ma anche l'esclusiva per le incredibili All Star Jam formate da un mix di tutti i musicisti presenti, che suoneranno alcune delle pietre miliari del metal, da Wild Child dei Wasp a Holy Diver dei Dio, da Sweet Leaf dei Black Sabbath a We're not gonna take it dei Twisted Sister e via dicendo. I fortunati possessori del biglietto possono anche incontrare i loro idoli durante i greet and meet, le clinic e i workshop, ma soprattutto davanti al bancone: i bar infatti sono open 24 ore su 24 per la gioia di musicisti e fan. Ma la birra non sarà l'unico diversivo alla musica: come ogni crociera extra lusso, infatti, i passeggeri possono usufruire di tutti gli skill, palestra, sauna, campi da golf, escursioni alla scoperta delle spiagge caraibiche, un ring per sfogare eventuale rabbia repressa, un muro per le arrampicate e così via.


Max Cavalera e Mariangela Demurtas

I palchi dove si alternano gli show, sempre all'insegna del kitsch, sono nell'ordine: un teatro old school, Alhambra Theatre, dove le poltroncine possono essere opportunamente divelte per facilitare il pogo, il Pyramid dalle atmosfere che richiamano l'antico Egitto, lo Studio B., dove la platea è una pista di pattinaggio per veri atleti dell'head banging, e infine il Pool deck sulla prua della nave, dove gli spettatori staranno letteralmente a mollo nella piscina. Un evento unico nel panorama metal ma, come dice l'organizzatore Andy Piller "dopo questa vacanza potreste aver bisogno di una vacanza per riprendervi!".
Horns Up!

Joveline

Carrello

Social





Ultimo numero

UX 18 sito

Partner