Jason News

di Marcella Muglia

The Dirt, il biopic dedicato ai Mötley Crüe è atteso il 22 marzo sulla piattaforma streaming di Netflix. Il film è ispirato all'autobiografia The Dirt. Mötley Crüe: Confessions of the World’s Most Notorious Rock Band scritta insieme a Neil Strauss nel 2001 senza filtri e senza censure, e ci si aspetta altrettanto dal film e dalla sceneggiatura curata da Rich Wilkes e Tom Kapinos (il creatore della serie tv Californication). Il regista Jeff Tremaine (co-creatore di Jackass) racconta come i rocker di Los Angeles Nikki Sixx (interpretato da Douglas Booth), Mick Mars (Iwan Rheon), Tommy Lee (Colson Baker o meglio Machine Gun Kelly) e Vince Neil (Daniel Webber) siano diventati i Mötley Crüe: dalla Sunset Strip fino ai palchi più grandi del mondo, passando per gli eccessi di sesso droga e rock ‘n’ roll, i problemi con la legge, l'incidente in cui perse la vita il batterista degli Hanoi Rocks, la malattia invalidante di Mick Mars, e ancora gossip e scandali con modelle, bagnine assai note e via dicendo.


credit Getty

Ma al di là degli eccessi che nel rock ‘n’ roll fanno sempre notizia oltre che fumo (fumo glam anni ‘80 per la precisione), ciò che conta davvero è la musica, come sottolinea Nikki Sixx in un'intervista a TalkRadio: “Abbiamo dovuto affrontare tante cadute lungo il percorso della nostra vita, come un incidente d’auto, un’overdose etc. ma la musica è sempre stata la cosa più importante. Ecco perché la colonna sonora che accompagna questo film è molto importante per noi”. 
The Dirt Soundtrack, la colonna sonora del film masterizzata dal vincitore del Grammy, Dave Donnelly, è composta di 18 brani, insieme ai pezzi storici come Dr. Feelgood e Girls Girls Girls troviamo quattro tracce inedite: il singolo The Dirt (Est. 1981) (feat. Machine Gun Kelly), Ride With The Devil, Crash And Burn e la rivisitazione rock del celebre Like A Virgin di Madonna.



“Durante la registrazione del film – ha dichiarato sempre Nikki Sixx – ci siamo sentiti entusiasti e galvanizzati al punto da voler scrivere nuova musica. Da qui la decisione di tornare in studio con Bob Rock, uno dei pochi personaggi capaci di tirare fuori il meglio di noi. Personalmente credo che i nuovi brani suonino esattamente Mötley. I testi sono stati scritti pensando al film, cercando di riflettere su ciò che è stata per noi questa avventura”.
Nel film comparirà anche Ozzy Osbourne, interpretato da Tony Cavalero (School of rock), un incontro importante per il successo della band; dunque parliamo di un lavoro che farà conoscere i Mötley Crüe alle nuove leve ma sopratutto sollazzerà i fan dei rocker di Los Angeles e in generale i nostalgici degni anni ’80,  e più in generale ancora nostalgici di quel fumo giallo e profumato, quello del palcoscenico intendo.
E sia. Rock ‘n’ roll a oltranza allora.
Fino alla fine.

Marcella Muglia

TRAILER


Carrello

Ultimo numero

UX 18 sito

Partner

Partner