Pink Rock News

di Joveline

Un documentario, per ora in pre produzione, racconterà la vita di Chris Cornell, indimenticato leader di band che hanno fatto la storia del rock alternativo come Audioslave, Soundgarden e Temple of the Dog. A distanza di quasi due anni dalla morte dell'artista la testata Variety ha confermato che il docufilm sarà diretto da Peter Berg e prodotto da Brad Pitt. Per il momento non si conoscono dettagli sulla distribuzione, che potrebbe essere cinematografica oppure affidata a piattaforme streaming come Netflix.



Il suicidio di Cornell ha toccato profondamente i colleghi della scena rock americana, che in questi due anni si sono riuniti spesso per ricordarlo: è del 16 gennaio scorso il tributo I Am The Highway che ha coinvolto tantissimi artisti e band in un concerto-fiume di cinque ore al Forum di Los Angeles. Sul palco si sono alternati Melvins, Foo Fighters, Josh Homme, Tom Morello, Metallica e Juliette Lewis oltre agli ex compagni di band di Soundgarden e Audioslave e alla figlia quattordicenne di Cornell, Toni, che ha cantato Redemption Song. Anche la giuria dei Grammy 2019 ha voluto ricordarlo durante le premiazioni dello scorso 10 febbraio, assegnandogli la best rock performance per il brano When Bad Does Good, rilasciato postumo. Nel corso della sua carriera Cornell ha spesso svicolato nel mondo del cinema soprattutto come autore di soundtrack (celebre la hit You Know My Name di 007 Casino Royale) ed è apparso in vari documentari musicali come All things must pass, storia della leggendaria label indipendenteTower Records. Altrettanto famoso è un cameo, nel ruolo di sé stesso, nel film che a posteriori è stato etichettato come l'emblema dell'epoca grunge: Singles, di Cameron Crowe uscito nel 1992. La commedia musicale oltre a Cornell annovera nel cast tutti i membri dei Pearl Jam e degli Alice in Chains, mentre i Sonic Youth vennero tagliati in fase di montaggio.

Joveline

Carrello

Ultimo numero

UX 18 sito

Partner

Partner