Recensioni





Fujima – Fujima / EP
Hopetone Records / 2016
Alternative Rock
Ascolta il brano: Fiction is in you

Il Perfetto Critico Musicale saprebbe dirvi con assoluta precisione cosa sono i Fujima, cosa come e perché suonano, e infine vi consiglierebbe lo scaffale dove inserirli. Non essendo io il PCM, vi suggerisco di aspettare il primo giorno di sole, mettervi in macchina con il cd dei Fujima nello stereo e partire.
Spaceship girl e Manly Snowman aprono questo lavoro e potreste riascoltarle all’infinito. Fiction is in you parte con un crescendo dominato dal suono d’organo, riavvolto dalle chitarre, per poi rallentare e addolcirsi sul finale. Good times suona più tagliente ma alla fine cambia ogni prospettiva. White e Outside the cold storage chiudono il lavoro e ne vorremmo ancora.
La musica è fluida e allo stesso tempo mai uguale a se stessa: all’interno dello stesso brano si susseguono cambi di tempo e atmosfere, ma Mario e Francesco fanno sì che il ritmo continui a rotolare senza urti. Nei testi c’è tutta la gioia, l’ansia, l’alienazione e la voglia di non stare soli tipica dei tempi che stiamo vivendo, ma non c’è rassegnazione né sconforto nella voce di Jacopo.
La produzione di Simone Sedda convince perché fa sembrare semplice ciò che non è, rendendo ogni suono familiare anche al primo ascolto. Detto questo, ciò che rilascia il lavoro dei Fujima è una sensazione di accattivante familiarità, quella che si prova a sentire un gruppo di amici suonare, un gruppo che potreste incontrare in un chiosco dell’oristanese come sul palco del Primavera Sound, senza stupirvi in ogni caso, ma lasciandovi trascinare.

Marcello Spriergrhr



Carrello

Ultimo numero

UX 18 sito

Partner

Partner