Recensioni





Dunk – Dunk / CD – Vinile
Woodworm / 2018
Rock
Ascolta il brano: È Altro

Esordiscono i Dunk con un disco omonimo. Subito definiti da fan e media una superband, nascono dall'incontro tra il polistrumentista e arrangiatore Marco Giuradei e Luca Ferrari, batteria dei Verdena. Alla voce e lyrics abbiamo Ettore Giuradei, e a completare il cerchio entra Carmelo Pipitone dei Marta sui Tubi. E si capisce perché li definiscano supergruppo.
Il risultato dell'incontro è un disco fluido, sincero e istintivo di rock, psichedelia e punk. Undici brani che arrivano diretti, con la giusta dose di ruvidità e di melodia, con soluzioni eleganti e ragionate ma dall'impatto istintivo e pulsionale. La batteria inconfondibile di Luca Ferrari è una macchina potente e robusta che accompagna e si lascia trasportare nel pezzo. I non pochi guizzi di tastiera e chitarra arricchiscono le strutture dei brani ed emozionano l‘ascoltatore, perennemente sedotto da un cantato profondo e passionale. Le lyrics, in pieno stile cantautorale, sono voluttuosamente influenzate da autori come Carmelo Bene e Antonin Artaud, ma anche D'Annunzio, Murakami e Beckett. Intro per esempio è una poesia della bresciana Valeria Raimondi.
Incontri ravvicinati con la propria coscienza, il tema del doppio e l'inadeguatezza dell'esistere: qui le suggestioni letterarie e la poesia di matrice esistenziale si amalgamano alla perfezione con le tinte musicali più vivaci, per dare alla luce un disco energico e intenso. L'essenza dell'album è perfettamente anticipata dal singolo È altro; ma anche Mila lascia il segno con il suo post-rock dalle sonorità contemporanee, la mia preferita insieme alla malinconica Ballad 1.
Al di là delle firme di qualità che inevitabilmente i quattro musicisti si portano dietro, possiamo dire di avere a che fare con una combo pienamente riuscita, dove ogni componente ha messo la propria identità e la propria esperienza senza lasciare quell'impronta di marchio conosciuto troppo in vista: in conclusione hanno creato un amalgama godibile che si chiama Dunk. Gli auguriamo e ci auguriamo che questo sia solo l'inizio.

Marcella Muglia

“DUNK è ricerca di una forma, è lasciarsi alle spalle la canzone, è avanzare verso un’opera, dentro la meraviglia.”

Ettore Giuradei: voce, chitarra
Marco Giuradei: tastiere, synth, cori
Carmelo Pipitone: chitarre, cori
Luca Ferrari: batteria

Facebook / DUNK
LABEL: WOODWORM | www.woodworm-music.com
PRESS: BIG TIME | www.bigtimeweb.it
BOOKING: LOCUSTA | www.locusta.net

DUNK

Carrello

Social





Ultimo numero

UX 18 sito

Partner