Recensioni



Hide Vincent – The House Marring / EP
I Make Records / 2019
Cantautore, Folk
Ascolta il brano: Come Up

The House Marring significa letteralmente devastare una casa, distruggerla, rovinarne lo spazio. Ma  possiamo facilmente immaginare il nuovo intenso EP di Hide Vincent come la colonna sonora di una decandenza gentile e inesorabile piuttosto che l'ingresso in salotto di una ruspa. Hide Vincent, nonostante le sonorità british, è un progetto 100% italiano alter ego del cantautore Mario Perna, classe 1993, che già aveva fatto capolino sulla scena indie nostrana nel 2017 con un album omonimo assai convincente e maturo nella sua ispirazione folk. Proprio il folk di sapore angloamericano è il filo conduttore che lega i due dischi e che in The House Marring sfiora il pop intimista di maestri del genere in terra d'Albione, come un certo Damien Rice. In ogni caso non si può negare che i quattro brani dell'EP oltre a costituire un piccolo concept abbiano un cuore pulsante autentico e non siano solo omaggio a un genere che ha sempre uno zoccolo duro di affezionati. Il disco è fresco ma classico, infatti fa a meno di vocoder e basi varie tralasciando il filone della cosiddetta folktronica e privilegiando invece chitarre e pianoforte come nel singolo Drop the Glass, dove la linea melodica è disegnata dai due strumenti in sincrono, e rispetto al precedente album omonimo a farla da padrone sono gli arrangiamenti acustici.



I testi raccontano una storia (probabilmente ma non necessariamente) sentimentale dall'inizio della crisi alla fine, quando il protagonista si trova solo nella casa devastata (Home Alone). I riferimenti a qualcosa di irrimediabilmente compromesso (Drop the Glass) sono molteplici e spesso traspare anche una certa rassegnazione (Come Up), l'interpretazione comunque resta a discrezione dell'ascoltatore anche se il titolo dell'EP, così lapidario e inusuale, lancia già all'avvio una bella scia di inquietudine che volentieri si incanala nei brani. C'è da dire che la scelta estetica dei videoclip che accompagnano i primi due singoli, la copertina dell'album e le foto del presskit, dal mood malinconico, sono sicuramente una conferma di queste intuizioni.

Joveline

Carrello

Social





Ultimo numero

UX 18 sito

Partner