Recensioni




OK BA - Una Parole, EP
Autoprodotto, 2019
Elettro - Pop
Ascolta il brano: Prenditi cura

OK BA è una coccola in musica che nasce dalle tenerezze scambiate fra una bambina e il suo papà; è una ricerca, approfondita e seria, sull’impatto della musica che adattandosi allo scorrere dei tempi e dei sentimenti si declina ad arte – manco a dirlo – per dare forma a una proposta nuova, capace di stupire al primo ascolto e forse anche al secondo ma capace di ammiccare, densa di significati e immaginata per andare oltre le etichette di genere e il gusto individuale.
OK BA è sinergia made in Sassari fra produzione e autorialità: non compartimenti stagni ma emisferi coincidenti che non seguono le regole dell’alba e del tramonto; sono infatti entrambi in piena luce, Pasquale Demis Posadinu e Alberto Atzori, voci e menti e frontman di un’idea che nel 2019 ha generato un EP (Una Parole). Un’idea che in piena navigazione, schivati gli scogli dell’ovvio e le rapide del già sentito, punta dritto all’Isola che non c’è – identificabile come un palcoscenico che ha già attirato l’attenzione degli addetti ai lavori e del pubblico – e sta soffiando forte nelle vele per non rallentare il ritmo. Per cambiare il ritmo.
Qui non ci sono direzioni ostinate né sono obblighi d’incastro, ci sono modi e modo musicali che si intersecano e si fondono e  forse provano a raccontare qualcosa di nuovo. Pop ed elettronica sono infiltrazioni nel soffitto di una casa dalle pareti solide e ben costruite, dove si lavora per dare nuova aria e ampiezza agli spazi: nuovi testi, nuove idee, nuovi approcci, nuove scoperte. E non deve ingannare il primo ascolto: anche sotto i colori più sgargianti cova nella brace la scintilla della riflessione scaturita dalla riflessione sui rapporti e sul tempo.
Il disco suona bene all’orecchio del giovane e dell’adulto, non copre d’ovatta le rughe degli anni che passano per piacere solo a chi il peso degli anni ancora non lo percepisce, ma nemmeno abbassa la saracinesca al nuovo che avanza. La poesia de La Casa del Mare si insinua nel cervello e sotto pelle e bisogna dire che il video spacca. C’è una tensione quasi gotica, ma coinvolgente (e convincente) in Orsacchiotti e Lapidi, mentre nel cambio di passo in Prenditi Cura il messaggio avvolge e poi travolge il suo contenuto.
OK BA sono le suggestioni perse e sparse fra le note e le parole di Fantasmi Nudi, ma anche la semplicità espressiva che può conquistare in L’amore, il mare e il gelato. Abbiamo a che fare con un mare di significati pronti per esser dati a seconda del sentito e del sentire nelle cinque canzoni dell’EP Una Parole. Ma l’evoluzione della specie è in atto: altre canzoni, altre parole, altra musica, altre note e altri racconti. Qualcosa bolle e ribolle in un paiolo mai vuoto e già votato alla condivisione, reale e virtuale.
Waiting for…

John McSun



Carrello

Eventi