Stupide credenze

"Avete mai visto il funerale di un cinese? Io no.. Ehhh chissà che significa!



Meglio non dirlo però... quelli non sono cristiani, non ci voglio pensare!"
Bel discorso, vero?

Ogni tanto spunta fuori un intellettuale che ce lo ripropone con il solito giro di varianti:
1) si mangiano i cadaveri
2) ci fanno mangiare i cadaveri nei loro ristoranti
3) nascondono i cadaveri.

Ma lasciamo perdere lo spam demenziale e concentriamoci sul nostro uomo:
immaginatelo mentre mastica il boccone di pasta al sugo della domenica,
o al bar con pastarella e cappuccino,
o magari all'università nell'area "bibite, coffee and cigarettes" mentre contempla un bel culo...

Ovunque la stessa scena, lo stesso sopracciglio impazzito: "hai mai visto il funerale di un cinese?".

Voglio dire... il nostro tizio non ha molti interessi, non legge i giornali, distingue a malapena la destra dalla sinistra, politicamente parlando.
Perché a un certo punto costui si inoltra in questioni di filosofia? (Si interroga su ciò che non vede)
Di politica? (Questi cinesi sono tutti uguali)
Di gastronomia? (Ecco perché quella carne era così saporita...)

Presto fatto, a voi la risposta: il nostro tizio è stato spammato!

Anche se la pappardella che ripete proviene dal più stronzo dei passaparola in quel momento si illude di avere un'opinione sua propria!
Pensate al sopracciglio...
E voi che fate?
Beh, lasciateglielo credere, in fondo non c'è molta differenza tra un'opinione e una stupida credenza!

Uno

ARTICOLO TRATTO DAL NUMERO 7 - MAGGIO 2012

Carrello

Ultimo numero

UX 18 sito

Partner

Partner